Ospedale dei Bambini “Vittore Buzzi" (Milano)

Il rapporto ‘città-ospedale’ e cioè il rapporto con le preesistenze e l’impatto sul paesaggio, è un tema di grande interesse per la progettazione sanitaria contemporanea. Questo significa maggiore visibilità degli spazi che rappresentano il ’volto’ pubblico della sanità e della propria qualità sociale e politica. Un ospedale che alla necessaria innovazione funzionale, distributiva e tecnologica affianca l’indispensabile valore aggiunto del valore umano, civico, urbano e sociale. La proposta progettuale pone quindi grande attenzione non solo al rapporto con le preesistenze, cioè alla compatibilità ambientale, ma anche alla corretta comunicazione e all’identità che la nuova architettura instaura con la città, gli utenti e i cittadini. A scala architettonica, la soluzione dei fronti ricerca un’equivalente armonia tra i vincoli e le specificità del luogo e la comunicazione di un’estetica contemporanea e innovativa.

L’architettura si esprime quindi con tecnologie di facciata contemporanee, declinate però con texture e matericità, che si integrano armoniosamente in un contesto urbano caratterizzato da stili eterogenei.

L’edificio si inserisce pertanto senza imitazione e senza clamore o rotture proponendo una morfologia caratterizzata da volumetrie semplici e da materiali come metallo, pietre, gres e intonaco, impiegati come elementi già presenti nel contesto circostante pur non costituendone gli elementi caratterizzanti. Il rivestimento in lamiera microforata è trattato con forature a disegno in modo da stemperarne l’uniformità e riprodurre attraverso immagini di grande scala elementi del paesaggio alberato.

Il piano copertura è dedicato all’ healing garden,  cui si accede attraverso la “rampa sensoriale”: una rampa verde arredata con piante aromatiche che si connette con la biblioteca e la ludoteca.

Il giardino terapeutico è parte integrante di una forte presenza del sistema nel verde nella nuova struttura, è uno spazio esterno appositamente progettato per promuovere e migliorare la salute e il benessere dei bambini, i cui benefici possono essere ottenuti attraverso esperienze di tipo passivo (guardare o stare in un giardino) o coinvolgimenti attivi (giardinaggio, terapia riabilitativa e altre attività).

 

 

 

Progettazione esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione

2017

In corso

Edilizia sanitaria

SLP 10.100 mq

€30.000.000
Via Castelvetro, 32
Milano
Milano

Infrastrutture Lombarde S.p.A.