Polo laboratoristico Arpa Ovest (Milano)

Il progetto di ristrutturazione del padiglione ex Origgi nasce dall’accordo tra l’Ospedale Niguarda e Arpa, al fine di accorpare le attività laboratoristiche di Milano Nord-Ovest finora dislocate in più sedi.

Il piano di riqualificazione prevede di organizzare le attività secondo una valutazione dei diversi livelli di privacy richiesti dalle diverse funzioni: in tal modo, al piano terra sono state concentrate i servizi aperti al territorio (ingressi, uffici accessibili agli esterni, laboratori della piattaforma strumentale, laboratori chimici, analisi metalli, preparativa acque/terreni e rifiuti), al piano inferiore sono stati collocati i locali tecnici e le attività rivolte al personale (accettazione campioni, area analitica di extra-chimica ed altri laboratori, servizi centralizzati, spogliatoi, sale riunioni/formazione, sala polivalente, magazzini, depositi, centrali tecnologiche) e al piano primo gli uffici e le sale riunioni.

L’edificio, tutelato dalla Soprintendenza e caratterizzato da un’architettura monumentale, ha richiesto un intervento di restauro conservativo delle facciate, esteso peraltro al muro di cinta.

L’obiettivo del contenimento energetico è stato perseguito, tra l’altro, attraverso la sostituzione degli infissi esistenti con serramenti in alluminio a taglio termico e l’installazione di controfinestre.

Al fine di ottemperare all’adeguamento normativo, interventi di rinforzo strutturale e antisismico hanno interessato solai, pilastri e fondazioni.

Gli impianti sono stati distribuiti secondo una logica modulare, in modo da consentire la possibilità di future riconfigurazioni.

Progettazione definitiva (gara di progettazione)

2014

Terziario

8.000 mq

€12.000.000
Piazza Ospedale Maggiore, 3
Milano
Milano

Infrastrutture Lombarde S.p.A.