Skip to content

Università degli Studi di Milano – Facoltà Medicina Veterinaria

Lodi - 2018
Tipologia:
Edilizia universitaria, sviluppo urbano e del verde
Committente:
Università degli Studi di Milano
Servizi ed ambito dell’incarico:
Progettazione esecutiva (2015-2016)
Numeri del progetto:
Costruito: 25.000 m2
Aree esterne: 40.000 m2
2500 studenti
Importo: 41.786.300,00 €
Tecnicaer - Università degli Studi di Milano - Facoltà Medicina Veterinaria
Tecnicaer - Università degli Studi di Milano - Facoltà Medicina Veterinaria
Tecnicaer - Università degli Studi di Milano - Facoltà Medicina Veterinaria
Tecnicaer - Università degli Studi di Milano - Facoltà Medicina Veterinaria
Tecnicaer - Università degli Studi di Milano - Facoltà Medicina Veterinaria
Tecnicaer - Università degli Studi di Milano - Facoltà Medicina Veterinaria
Tecnicaer - Università degli Studi di Milano - Facoltà Medicina VeterinariaTecnicaer - Università degli Studi di Milano - Facoltà Medicina VeterinariaTecnicaer - Università degli Studi di Milano - Facoltà Medicina VeterinariaTecnicaer - Università degli Studi di Milano - Facoltà Medicina VeterinariaTecnicaer - Università degli Studi di Milano - Facoltà Medicina Veterinaria

Progettazione esecutiva e coordinamento della sicurezza in fase di progettazione del progetto, redatto da Kengo Kuma and Architects, per il Nuovo Polo Universitario di Lodi per le attività didattiche e dipartimentali della Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Milano. Il campus è diviso in diversi lotti: un nuovo edificio ospitante aule, laboratori didattici, funzioni amministrative e servizi generali (lotto 1), uno destinato all’attività dipartimentale e di ricerca (lotto 2), l’ampliamento del Centro Zootecnico (lotto 3) e l’Ospedale veterinario per Piccoli Animali, dove si svolge l’attività didattica e operativa.

Il progetto si ispira al modello, già sperimentato in contesti internazionali, di Campus Sostenibile, perfettamente integrato nel contesto e in linea con le ultime frontiere della sostenibilità in tema di inserimento ambientale, materiali, risparmio energetico e fonti rinnovabili.

Torna su